Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

   CELEBRAZIONE DELLA FESTA NAZIONALE A HOUSTON

Data:

08/06/2012


   CELEBRAZIONE DELLA FESTA NAZIONALE A HOUSTON

Vi ringrazio per avere scelto di celebrare insieme a noi il 66mo anniversario della Repubblica Italiana.

Pochi giorni fa abbiamo sofferto per un terremoto devastante con epicentro nella Regione dell'Emilia Romagna, che ha provocato vittime e distruzione su ampia scala. Pertanto, questa sera celebreremo la nostra festa nazionale con toni sobri, dedicandola alle vittime, al dolore delle famiglie ed alla disperazione che deve essere superata. Vi chiedo di unirvi a me in un minuto di silenzio.

Lo scorso anno e' stato particolarmente difficile per la nostra nazione, ma ha anche dato agli italiani l'opportunita' di dimostrare la nostra capacita' di ripresa, una virtu' che ci accompagna nei momenti del bisogno.Oggi celebriamo la nostra festa nazionale per esprimere lo spirito di solidarieta' e unita' nazionale, che e' la migliore garanzia per i tempi difficili che stiamo vivendo. Celebriamo, perche' la Repubblica Italiana deve confermare la sua vitalita', forza democratica e fermezza con la quale affronta le sfide. Unita' e solidarieta': questo e' cio' di cui abbiamo bisogno per superare gli ostacoli, e questo e' cio' che i nostri 150 anni di storia unitaria ci dimostrano, nella nostra nazione cosi' come nel piu' ampio contesto dell'Unione Europea.

Oggi celebriamo anche l'amicizia tra Italia e Stati Uniti, efficacemente riassunta dal Presidente quando ha affermato che gli Stati Uniti non hanno un amico migliore dell'Italia. I molti campi nei quali la forza di questa amicizia si esprime sono troppo lunghi anche solo per elencarli, dall'impegno comune nella lotta al terrorismo ed in favore della sicurezza internazionale e dello sviluppo, ai nostri forti legami economici, alla cultura che entrambi coltiviamo.

I nostri Paesi condividono inoltre un legame unico fornito da una vivace ed operosa comunita' italo-americana, fiera delle sue radici italiane e della sua identita' americana, e del contributo che fornisce ad entrambi i nostri mondi. Essi sono stati raggiunti negli ultimi anni da una piccola ma qualificata comunita' di italiani che sono venuti per seguire la loro carriera nella ricerca, nella medicina, nello spazio o per gestire un'azienda, ed ora considerano gli Stati Uniti come una casa.

Lo Stato del Texas ha riconosciuto i suoi legami speciali con il Texas adottando lo scorso anno la House Concurrent Resolution numero 144 nella quale, riconoscendo il contributo straordinario dato dagli italiani alla crescita ed al benessere dello Stato nel corso della sua storia, il due giugno viene ufficialmente riconosciuto come "Italian Heritage Day" nello Stato del Texas.

Vi ringrazio una volta di piu' per la vostra amicizia.


278