Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

2013 ANNO DELLA CULTURA ITALIANA NEGLI STATI UNITI. GRANDE SUCCESSO A HOUSTON DEL BALLETTO 'AN EVENING IN ITALY' DEL CELEBRE COREOGRAFO DOMINIC WALSH 

Data:

09/09/2013



2013 ANNO DELLA CULTURA ITALIANA NEGLI STATI UNITI. GRANDE SUCCESSO A HOUSTON DEL BALLETTO 'AN EVENING IN ITALY' DEL CELEBRE COREOGRAFO DOMINIC WALSH 


Il
Miller Outdoor Theater di Houston ha registrato il tutto esaurito venerdi' 6 settembre per l'unica rappresentazione di An Evening in Italy, uno spettacolo creato appositamente per l'Anno della Cultura Italiana negli USA da Dominic Walsh, celebre coreografo e fondatore della compagnia di danza contemporanea Dominic Walsh Dance Theater.
Il pubblico accorso numeroso ha interamente riempito i 1,500 posti a sedere del Miller Outdoor Theatre, al centro di Hermann Park, e la collina che si affaccia sul palcoscenico.

An Evening in Italy e' composto da due balletti originali creati da Dominic Walsh, I napoletani e Bello. Lo spettacolo e' stato pensato e preparato da Walsh dopo l'invito del Console Generale d'Italia a Houston Fabrizio Nava a partecipare alle celebrazioni del 2013 Anno della Cultura italiana negli Stati Uniti, che Walsh ha accolto con entusiasmo scegliendo due delle sue opere preferite "per mettere in primo piano un Paese che per me e' stato una fonte di enorme ispirazione creativa."
I balletti sono stati interpretati magistralmente da Domenico Luciano del Colorado Ballet, e dai ballerini del Sarasota Ballet Kristianne Klein, Sarah Scherer, Sareen Tchekmedyian, Ricky Bertoni, Juan Gil e Ricardo Rhodes, cui si sono aggiunte Laureen Bettencourt e Chiara Casiraghi.

Lo spettacolo e' stato inaugurato da una proiezione di "Allegretto Made in Italy", la colonna sonora dell'Anno della Cultura Italiana negli Stati Uniti composta e diretta da Nicola Piovani ed eseguita dall'Orchestra Italiana del Cinema.

A seguire "Bello", sulle note di cinque arie italiane composte da Georg Friedrich Haendel, che e' un tributo di Walsh alla vita del ballerino e amico Mark Arvin deceduto nel 2005 ad un mese dalla prima rappresentazione del balletto. Una coreografia presentata con il Dance Europe Critic's Choice Award e considerata tra i lavori piu' riusciti di Walsh, che e' uno dei maggiori interpreti contemporanei del balletto inteso come sintesti trascendente di musica, danza e teatro.
La rappresentazione e' stata impreziosita dall'esibizione dal vivo dei musicisti di Mercury Houston diretti da Antoine Plante e del controtenore Gerrod Pagenkopf, che hanno interpretato magistralmente le melodie di Haendel accompagnando la coreografia dei danzatori.

Lo spettacolo e' stato concluso con "I napoletani", una coreografia piena di vitalita' elaborata su danza e teatro" su musiche dello Stabat Mater di Pergolesi e melodie popolari napoletane di fine Ottocento, un omaggio di Walsh alla cultura e alla tradizione del popolo partenopeo che ha suscitato l'entusiasmo del pubblico houstoniano.

"Ogni volta che sono a Napoli - spiega Walsh - sento nell'aria una vitalita' inconfondibile, uno spirito che i napoletani apprezzano e che li rende unici."

Al termine della rappresentazione il Console Generale Fabrizio Nava si e' recato sul palcoscenico per ringraziare Dominic Walsh e tutti gli artisti per una serata indimenticabile di celebrazione dell'Italia e della sua cultura.

2013 - Anno della Cultura Italiana negli Stati Uniti, e' un'iniziativa intrapresa sotto gli auspici del Presidente della Repubblica Italiana ed organizzata dal Ministero degli Affari Esteri e l'Ambasciata d'Italia a Washington. L'iniziativa punta a presentare la cultura italiana non solamente nella sua forma tradizionale di patrimonio storico e artistico, ma anche nella sua componente piu' dinamica per valorizzare il presente ed il futuro delle relazioni tra Italia e Stati Uniti.

Per ulteriori informazioni sull'Anno della Cultura Italiana negli Stati Uniti:

- Pagina Web Ufficiale www.italyinus2013.org
- Pagina Facebook Ufficiale: https://www.facebook.com/ItalyInUs2013/
- Twitter hashtag #2013ItalianYear
- Piattaforma Social Media www.twiplomacy.it/USA.


345