Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

ITALIA-USA: CALENDA, FOCUS SU TEXAS E AMERICA PROFONDA

Data:

05/05/2014



ITALIA-USA: CALENDA, FOCUS SU TEXAS E AMERICA PROFONDA

(AGI) -  Washington,  29 apr. -  “Lasciamo perdere New York, Miami e  Los Angeles: il nostro obiettivo e’ andare alla conquista dell’America  profonda. Penso al Texas dove e’ enorme la differenza tra le potenzialita’  e la presenza reale del Made in Italy”.  Cosi’ il vice ministro dello Sviluppo Economico, Carlo Calenda, impegnato in una  missione istituzionale a  Washington, accompagnato da una delegazione  leader delle  principali associazioni di settore del Made in Italy e dei  consorzi.

“Organizzare l’ennesima manifestazione a Manhattan sarebbe da ‘italioti’, vuol dire non cogliere le potenzialita’ del  mercato Usa”,  ha osservato il vice ministro sottolineando la portata innovativa del programma italiano di strategia commerciale per gli Stati Uniti.  “In particolare in Texas ci sono 6 contee che negli ultimi anni hanno  registrato un boom di crescita.  E’ molto piu’ utile e costa meno far venire importatori americani a studiare le nostre linee produttive – ha osservato -  piuttosto che portare 300 nostri imprenditori in America”.

Secondo Calenda, occorre anche  tener conto del fatto che  “la presenza commerciale italiana e’ molto forte in  Paesi ad alta criticita’, come la Russia, il Nord Africa e il Mercosur. Dobbiamo ragionare sul grado di rischio per l’export italiano- ha  spiegato - bisogna aprirci a anche a Paesi piu’ stabili come Cile, il Messico o la Colombia e ovviamente puntare sugli Stati Uniti che hanno un potenziale molto grande e che sfruttiamo a solo a livello molto superficiale”.  Il Texas “e’ il prototipo della destinazioni tipo dei prodotti italiani.  Il programma per gli Usa e’  molto innovativo e incentrato sulla promozione, il labelling , la grande distribuzione ed anche eventi. Il lavoro e’ estremamente articolato e basato su obiettivi ragionati e specifici. Il bilancio sara’ definito in base ai target. E’ la prima volta – ha rimarcato -  che prepariamo un programma cosi’ vasto  e coinvolgente”. 

Riguardo alla promozione del Made in Italy, “abbiamo una sensazione di grande interesse”.  L’Italia “e’ considerata la bella addormentata che prima o poi si svegliera’  e non e’ solo la volta buona – ha detto Calenda -  ci credono anche loro.  Ma e’ importante, quando andiamo all’estero, essere tedeschi: presentare slide, dati, essere rigidissimi. Basta con le improvvisazioni cialtronesche”. (AGI) Ril


377